Now Playing Tracks

iomagazine:

La figura della furia. Jackson Pollock

Firenze, Museo di Palazzo Vecchio, dal 15 aprile al 27 luglio 2014

La città di Firenze si prepara a rendere omaggio a Jackson Pollock (1912 -1956), uno dei grandi protagonisti dell’arte mondiale del XX secolo, che ha scardinato le regole dell’arte figurativa occidentale. Per la prima volta si accosterà idealmente la sua opera con quella di Michelangelo Buonarroti (1475-1564), di cui quest’anno si celebra il 450° anniversario della morte.

La mostra è ideata e curata da Sergio Risaliti e Francesca Campana Comparini e sarà allestita presso Palazzo Vecchio simbolo del potere politico di Firenze e della città che fece dell’arte un elemento di forza della propria civiltà e del proprio prestigio nel mondo.

Proprio a Palazzo Vecchio, dove nel Salone dei Cinquecento è ospitato “Il Genio della Vittoria” di Buonarroti, saranno esposte 16 opere di Pollock: in mostra 6 disegni - eccezionalmente prestati dal Metropolitan Museum di New York e per la prima volta esposti in Italia - oltre a dipinti e incisioni provenienti da musei internazionali e collezioni private. Presenti anche prestiti dalla Pollock Krasner Foundation.

Michelangelo e Pollock hanno in comune la ‘furia’ dell’atto creativo, che assume una valenza mistica nella ricerca della bellezza come assoluto e dell’infinito come limite e scopo dell’azione artistica. Pollock introdusse un modo totalmente nuovo di dipingere, partendo dalla comprensione della grande personalità artistica di Michelangelo e della sublime tragica dimensione della sua opera.

Jackson Pollock. La figura della furia” si compone anche di una seconda sezione nel Complesso di San Firenze e più precisamente nella Sala della musica che offrirà spazi interattivi, apparati multimediali e didattici, dove saranno proposte proiezioni e filmati sulla vita e sul lavoro dell’artista.

To Tumblr, Love Pixel Union